Ho un e-commerce! E ora? Come posso iniziare a vendere?

Ho un e-commerce! E ora? Come posso iniziare a vendere?

Il tuo sito e-commerce è pronto, hai già configurato le spedizioni, i metodi di pagamento e fatti tutti i test necessari per partire con serenità. La parte più difficile è ora: iniziare a vendere! Dobbiamo attirare il nostro potenziale cliente, guidarlo verso il prodotto di cui necessita e guidarlo sino al completamento dell’ordine.

Posizionamento nei motori di ricerca

Quando si è alla ricerca di un prodotto, il primo punto in cui si cerca è Google. Accertati che il sito sia predisposto e pronto anche su questo punto di vista.

Quali sono le cose più importanti che bisogna verificare?

  • Ogni pagina deve avere il suo meta titolo, meta descrizione e l’h1;
  • L’h1, meta titolo e meta descrizione devono essere univoci;
  • Cura le descrizioni di ogni prodotto;
  • Scegli con attenzione la gerarchia delle categorie e usa i breadcrumbs;
  • Crea la tua sitemap;
  • Iscriviti a Strumenti per Webmaster e Google Analytics.

Inoltre potete usare anche i Google Rich Snippet. Non sono nient’altro che delle informazioni inserite nel codice di ogni pagina del sito web che contengono dei dati che Google utilizzerà per arricchire i risultati di ricerca, come per esempio, le recensioni, i prezzi o ulteriori link.

I Social network per la tua attività

Ripensa a chi è il tuo potenziale cliente, a come comunica e quali siti visita. Molto probabilmente ha un profilo in un Social Network,

I più importanti per un e-commerce sono:

  • Facebook: come tutti sappiamo è il più utilizzato da tutte le fasce di età;
  • Instagram: ora fa parte del gruppo Facebook, anche lui è usatissimo;
  • Snapchat: se il tuo potenziale cliente è molto giovane ti conviene usarlo.

Da non dimenticate anche Twitter, Tumblr e Pinterest.

Google adWords

Il servizio a pagamento di Google per inserzionisti permette di poter promuovere il proprio negozio, un determinato prodotto o una categoria proprio nelle ricerche di Google.

In base ad un sistema di aste su singole parole chiave ed alla possibilità di configurare la tipologia di utente, la propria inserzione potrà apparire nella ricerca del pubblico scelto.

Comparatori di prezzo

I comparatori di prezzo sono delle piattaforme Web che servono per confrontare i prezzi di prodotti della stessa categoria. Molto spesso cercando il nome o il modello di un prodotto tra le prime ricerche su Google possiamo trovare “trovaprezzi”, questo è uno dei più famosi comparatori di prezzo.

Tra i comparatori di prezzo, i più famosi sono:

  • trovaprezzi;
  • Kelkoo;
  • Ciao;
  • Twenga.

Sincronizza i tuoi prodotti con i Marketplace

I Marketplace non sono nient’altro che dei Siti Web che raccolgono i prodotti di più venditori e ne consentono la loro vendita all’interno del Marketplace stesso. Come già discusso in un precedente articolo, essi sono fondamentali per l’e-commerce. Il lato positivo di scegliere un Marketplace affermato è quello di poter usufruire di un plugin da poter installare sul proprio Sito Web e poter quindi trasmettere bilateralmente eventuali variazioni dei prodotti o delle quantità. Ogni volta che ad un prodotto viene modificata, per esempio, la quantità o il prezzo dal proprio sito, la modifica in automatico viene inviata anche al Marketplace. Nello stesso modo, se in un Marketplace avviene un acquisto, arriva l’aggiornamento delle quantità del prodotto o a seconda della configurazione è possibile gestire l’intero ordine ricevuto in un marketplace proprio dal sito internet, in modo da centralizzare tutte le operazioni.

Newsletter e mail marketing

Nuove offerte, una nuova linea di prodotti o qualsiasi altra segnalazione vuoi fare ai tuoi clienti, le newsletter sono il canale più utilizzato in tutti i siti e-commerce.

Fidelizzazione del cliente

Fidelizzare il cliente è fare in modo che i clienti una volta acquistato dal tuo negozio, tornino a comprare nuovamente.

Vediamo le tecniche che vengono utilizzate più frequentemente:

  • Sconti basati sugli acquisti totali;
  • Campioncini omaggio negli acquisti;
  • Fai gli auguri per il compleanno dei tuoi clienti inviando un buono sconto, con un ordine minimo sia chiaro!;
  • Il cliente ha già acquistato un prodotto dal tuo store? Invia una mail con i principali accessori o gadget da abbinare a ciò che ha già acquistato.

Gestisci i carrelli abbandonati

Analizzando le statistiche del nostro negozio possiamo notare che molti potenziali clienti mettono nel carrello dei prodotti e non completano i passaggi successivi, in modo da finalizzare l’ordine. I motivi possono essere tanti e possono dipendere sia da fattori interni al sito come i prezzi di spedizione troppo elevati e i tempi di consegna troppo lunghi, oppure problemi esterni, come la distrazione, un impegno imprevisto o altro.

Negli e-commerce è sempre importante gestire i carrelli abbandonati per dare alla persona già interessata al tuo prodotto la possibilità di diventare cliente.

Molto spesso basta una semplice mail automatica che il sistema manda dopo pochi giorni per ricordare l’acquisto, oppure un piccolo sconto, o un gadget aggiuntivo per incentivare il completamento dell’ordine.

Hai un e-commerce e vuoi vendere?

Contattaci e vedremo assieme le migliori strategie per rendere vincente il tuo negozio online.

Matteo Enna